STEFANO – classe ’82, giornalista iscritto all’Ordine, burocrate, insegnante, letterato, uomo di fatica e tecnico del blog, sono in perenne procinto di cambiare lavoro, pelle, cervello, guardaroba, orologio. Leggevo (un tempo) molto, scrivevo (un tempo) poco, cazzeggio, parecchio. Voce paranoica a contratto della Patataingiacchetta, organizzo viaggi e supporto (e sopporto!) le mille idee di Gaia.

Altre informazioni  su di lui:

Segno zodiacale: Capricorno ascendente Ariete (Oh, è così, evitatemi se potete).
Cibo preferito: Parmigiano reggiano, ovunque e sempre.
Dolce preferito: Non mi piacciono molto i dolci e detto in questo spazio web, è una bestemmia. Mi correggo, mi piacciono moltissimo i dolci della Patata, in particolare quelli al cioccolato. Ecco, il fondente è una cosa che negli anni ho imparato ad apprezzare.
Continente preferito: Un tempo avrei detto la cara vecchia Europa. Oggi mi tocca dare ragione alla Patata, l’Asia. Che è un po’ come dire tutto e il contrario di tutto, ma insomma…
Animale guida: Il cane, meglio ancora: il lupo.
Film preferito: Matrix, primo episodio. Il resto non esiste.
Attore feticcio: Al Pacino ne Il Padrino – Atto II, se proprio devo sceglierne uno.
Cartone animato preferito di quando ero bambino: Ex aequo, Johnny è quasi magia Johnny, Ken Shiro e i Cavalieri dello Zodiaco o per dirla come i filogi dell’animazione nipponica: Kimagure Orange Road, Hokuto no Ken e Saint Seiya
Cartone animato preferito di adesso: Up (anche se passo tutta la prima parte del film a piangere).
Città europea preferita: London.
Libro preferito: Diciamo quello che più di tutti avrei voluto scrivere io? Ask the Dust, Fante.
Tatuaggi: Uno solo. Polpaccio destro, la mia gamba meno “buona” – vecchio incidente. Una zampa di cane, tutta nera, disegnata da un calco del mio fu-cane-pazzo Dolly.
Serie TV preferita: rigorosamente via download o streaming, Games of Thrones. Ma anche Gomorra e Breaking Bad (sì, mi piacciono i cattivi).
Aggiungo…
Sport: pochi, perché sono una pippa. Ma adoro il windsurf che provo a praticare alla meno peggio e la corsa, del tutto inadatta alla mia struttura fisica, ma come il calabrone che vola…. anche io faccio finta di non sapere che sono inadatto e corro.
Fissazioni buone: bevo un sacco di acqua, adoro le insalate, ho smesso di guardare (del tutto) la televisione.
Fissazioni cattive: gli orologi, gli audiolibri di Harry Potter, dormire con i tappini.
Una cosa che ti fa sentire bene: il mare, sempre.