loison-2

(Con voce nasale e parecchia enfasi)

Era un normale incarico per la coppia Guya-MrTree, i sole splendeva alto e le ditte di panettoni spedivano fiduciose campioni d’assaggio, ma le trame del destino erano in agguato…

Giorno 1 – (telefono I) Puoi sentire tuo babbo se sono arrivati i panettoni?

Giorno 2 – (telefono II) Ciao scusa se ti disturbo, ma siccome mi hanno detto che dovrebbero essere arrivati puoi verificare?

Guya era una persona precisa e metodica. I panettoni dovevano arrivare, sarebbero arrivati. L’indirizzo era quello di una tipografia, sempre aperta, il corriere non poteva sbagliare. La tipografia era quella del babbo di MrTree, noto trafficante e spedizioniere famoso da Malta a Timbuctù. Ma i panettoni omaggio non erano ancora arrivati.

Giorno 3 – (sms) MrTree, senti, se i panettoni non sono arrivati vuol dire che è successo qualcosa. Sono preoccupata.

giorno 4 – (e-mail) Voglio i miei panettooooni…

MrTree verifica e ri-verifca e ri-ri-verifica. In fondo la spedizione era intestata a suo nome. Ma i suoi basisti negano: niente, zero, nada, niet panettoni. Spariti, dissolti.

Giorno 5 – (con voce rotta dal pianto, telefono III) – Buaaaa! Voglio i miei panettoniiii!

Giorno 6 – (sms) – Basta, la faccio finita. Vado al supermercato e mi ingozzo di Bauli scaduti…

Ma alla fine mistero risolto (sempre con voce fastidiosamente nasale). I panettoni erano stati presi in ostaggio dalla Banda Sartoni; avevano ricevuto il pacco e aspettavano senza dire nulla a nessuno di sgaignare la merce per mettersela nello stomaco. MrTree con astuzia li convince a mordere un castoro e mentre la Banda Sartoni è distratta dalla pelliccia impigliata tra i denti, sottrae i buonizzimi panettoni, consegnadoli a Guya e salvandola dall’indigestione.

MrTree consegna, consegna sempre.


(Microstoria di MrTree)


Ed è stato più o meno così che finalmente ho avuto i panettoni che il signor Loison mi ha inviato!

Ogni anno io e mio babbo andiamo in giro per i vari negozi alla ricerca di un buon panettone, che sia diverso e soprattutto di qualità migliore rispetto a quelli industriali di cui, senza rendercene nemmeno conto, ci troviamo la casa piena!

Quest’anno direi che siamo stati fortunati! Il signor Loison mi ha fatto un bellissimo regalo anticipato, inviandomi ben quattro panettoni prodotti dalla sua pasticceria! Ne conserverò sicuramente due per mangiarli uno alla tradizionale cena del 24 con i miei suoceri e uno per il pranzo tradizionale del 25 con tutta la mia famiglia!

E degli altri 2?

Uno di sicuro voglio gustarmalo tale e quale senza elaborazioni strane mentre per l’altro ho già in mente qualche ideuzza per trasformarlo…

Intanto, mentre io cerco il tempo di realizzare le idee che ho in mente guardate che cosa stanno combinando le altre foodblogger!

Condividi!

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono evidenziati con ll segno *