…senza che me ne accorgessi è già praticamente arrivata pasqua, per cui è giunto il momento di tirare fuori dall’archivio delle ricette quella della pastiera napoletana! L’ho fatta l’anno scorso quando ancora non avevo un blog ma l’ho fotografata perchè già l’idea si stava concretizzando nella mia testa!

Se ve lo state chiedendo, io non sono nè napoletana di nascita nè ho origini napoletane ma amo tutta la pasticceria napoletana ed è per questo che con mia mamma abbiamo deciso di creare la tradizione di mangiare la pastiera per pasqua anche nella nostra famiglia toscana! Il suo profumino di fiori ci piace troppo!

La ricetta se l’è fatta dare mia mamma da una sua amica e a me è sembrata perfetta così com’è per cui non ho mai sentito la necessità di modificarla! L’unico problema è che ne vengono fuori due per cui invitate molti amici e parenti al vostro pranzo pasquale!

***********************************************

Ingredienti

(per il ripieno)

  • 400g di grano cotto
  • 400g di ricotta
  • 400g di latte
  • 400g di zucchero
  • 8 uova
  • arancia candita
  • cedro candito
  • acqua di fiori d’arancio

(per la pasta frolla)

  • 450g di farina tipo “0″
  • 50g di fecola di patate
  • 250g di burro
  • 150g di zucchero a velo (NON vanigliato)
  • 2 uovo
  • 2g di sale
  • 10g di succo di limone

Preparazione

Preparate la pasta frolla.

Versate le farine nel contenitore del robot da cucina munito di coltello. Aggiungete il burro tagliato a piccoli pezzi e impastate per 10 secondi alla prima velocità del robot da cucina. Aggiungete poi lo zucchero e le uova e impastate ancora per 10 secondi alla prima velocità. A questo punto potete estrarre la pasta frolla dal contenitore. Dategli la forma di una palla e lasciarla riposare in frigorifero per almeno un’ora prima di utilizzarla.

Preparate la crema di ricotta e grano.
Versare il grano e il latte in una pentola, bollite il composto per 5 minuti e poi fatelo raffreddare. Mescolate la ricotta con lo zucchero, le uova, il composto di grano e latte, i canditi fatti a piccoli pezzi e l’acqua di fiori d’arancio.

Stendete la pasta in 2 stampi da crostata, versateci sopra crema e cuocete la crostata nel forno caldo a 180°C per fino alla doratura superiore.

Condividi!

3 thoughts on “Pastiera napoletana

  1. Enomis38

    apprezzo il coraggio e l'iniziativa, ma da buon napoletano posso assicurarti che dovresti migliorare di molto l'estetica e rivedere la ricetta. Da questa infatti mancano alcuni ingredienti fondamentali come degli aromi e la sugna, poi dovresti anche eliminare alcuni ingredienti come il succo di limone ad esempio che nulla hanno a che fare con la ricetta tradizionale. Poi se posso darti un consiglio, la pastiera dev'essere alta circa 2 dita con il cornicione di 3. Ovviamente non mi permetto di giudicare il sapore della tua creazione che sarà anche ottimo, ma non è una pastiera e dall'aspetto si direbbe più una pizza rustica. Ti posso però dire che, ogni napoletano la fa a modo suo e questa è la peculiarità di questo dolce però almeno per i tratti fondamentali dovresti attenerti alla ricetta tradizionale.
    Cordiali saluti
    Enomis38

    Reply
    1. GuyaB

      Ciao Enomis38, grazie di essere passato di qui e di aver lasciato un tuo parere. Apprezzo molto le critiche costruttive!

      Sicuramente hai ragione, la mia ricetta non è tradizionalissima, ma vedi, io sono fiorentina, non napoletana, quindi va a finire che la mia pastiera è come un piatto di pasta preparato da uno straniero! 🙂

      Se ti va di lasciarmi la tua ricetta sarei felicissima di provarla, perché io amo davvero tanto la pastiera!

      Grazie mille, davvero!

      Reply
  2. Pingback: Pastiera senza glutine di Montersino

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono evidenziati con ll segno *