Iran, itinerario di viaggio

Mentre con le mie foto su Instagram sto cercando di farvi venire voglia di intraprendere un viaggio in Iran, adesso provo a darvi un po’ di informazioni che vi potrebbero essere utili per organizzare il vostro viaggio.

Iran-01

Cominciamo con l’itinerario:  

  • Giorni: 9 (per comodità nel titolo ho arrotondato a 10, considerando che nell’itinerario io avrei aggiunto un giorno da dedicare interamente a Teheran, cosa che noi purtroppo non abbiamo fatto)
  • Periodo del viaggio: dal 26 dicembre al 3 gennaio
  • Zona visitata: Iran centrale
  • Mezzi utilizzati: aereo da Roma a Teheran (con scalo a Istanbul, volo Turkish Airlines), pulmino con autista da Teheran a Shiraz, aereo da Shiraz a Roma (sempre con scalo a Istanbul).

    mappairan1   mappairan2 In breve questi sono i luoghi che abbiamo toccato nel nostro itinerario (con le indicazioni delle lettere corrispondenti sulla cartina qui sopra!)

  • A. Teheran
  • B. Qom
  • C. Kashan
  • D. Abyaneh
  • E. Natanz
  • F. Isfahan
  • G. Na’in
  • H. Meybod
  • I. Yazd
  • J. Shiraz (Passando per Pasargade)
  • K. Persepolis

    Iran-10

 

Iran-11

Iran-15

In dettaglio…  

1° giorno: il primo giorno purtroppo lo abbiamo perso tra gli aeroporti, visto che siamo stati costretti ad un lungo scalo a Istanbul.

2° giorno: Siamo arrivati all’aeroporto di Teheran alle 3 e mezzo di notte, poi un paio d’ore per riuscire ad ottenere il visto, un’ora di pulmino per raggiungere l’albergo e già aveva albeggiato. Abbiamo riposato un paio d’ore e poi visita al bazar della capitale e al palazzo del Golestan per vedere la sala degli specchi. Partenza in direzione Qom, con sosta alla Torre Azadi lungo il tragitto. Arriviamo a Qom che ha già tramontato, ma è l’ora della preghiera e tante persone accorrono al Santuario di Fatima. Visita del Santuario e della cittadina e poi partenza in direzione Kashan, dove passeremo la notte.

3 ° giorno: La mattina la dedichiamo alla visita di Kashan dove vediamo l’hammam di Sultan Amir Ahmad (dal cui tetto si ha una bellissima vista sulle montagne innevate) e la casa tradizionale di Borujerdi. Uscendo dalla cittadina ci fermiamo ai giardini persiani di Bagh-e Fin, il primo ad essere stato realizzato nel periodo Safavide e ancora intatto grazie all’acqua proveniente dalle vicine cascate Sulaimanieh. Alberi, acqua, pace. Ristoro in stile persiano. In tarda mattina ripartiamo in direzione di Abyaneh, caratteristico villaggio nascosto tra le montagne Karkas. Tipico paesino costruito con tecniche tradizionali, caratteristico e ben inserito nella terra rossa circostante. Abitanti simpatici, in abiti tradizionali. Ripartiamo in direzione Isfahan e lungo il tragitto ci fermiamo a Natanz per visitare la Masjed-e Jameh, una moschea antica e ben conservata. In serata arrivo ad Isfahan.

 

Iran-19

 

Iran-17

4° Giorno: Intera giornata a Isfahan. La mattina presto arriviamo all’ Imam Square. Superba. Visitiamo i siti più rilevanti intorno alla piazza: Moschea Sheik Loftollah; Masjed-e Jameh; Palazzo di Ali-Qapu (da non perdere la vista sulla piazza e la “sala della musica”; Palazzo Chehel Sotun. Nel primo pomeriggio invece visitiamo il Quartiere Armeno (Jolfa) dove si entra nella peculiare Kelisa Ye Vank, dove si ammira un giudizio universale molto “fiammingo” e d’impatto. All’ora del tramonto ci dirigiamo verso i  Ponti del fiume Zayandeh ormai in secca in seguito alla costruzione di una diga. Ci sono diversi ponti, ma i più famosi sono il Ponte Khaju e il Ponte Si-o-Seh. Atmosfera originalissima e da vedere al tramonto. Fotografie splendide con i riflessi sull’acqua. Vita quotidiana delle coppiette iraniane e molto, molto passeggio. Da non perdere.

5° Giorno: La mattima visita lampo al bazar di Isfahan, che purtroppo era chiuso il giorno precedente. Poi partenza per Na’in per visitare la Moschea del Jameh. Partenza e arrivo al tramonto a Meybod dove visitiamo il Castello di Narein, la Ghiacciaia e il Caravanserraglio. Ripartenza per Yazd dove arriviamo in serata.

6° Giorno: La mattina visita del centro di Yazd: a piedi per vicoletti (kuche) e tappa per ammirare le numerose  torri del vento. Visitiamo poi l’Ateshkadeh o Tempio del fuoco zoroastriano. Impressionante la faravahar che rappresenta Ahura Mazda e il fuoco sempre acceso nel tempio. Poi visita alle Torri del Silenzio (“cimitero” zoroastriano) – piccolo trekking sulle colline da cui si domina la città. Partenza subito dopo pranzo per raggiungere la Tomba di Ciro e i vari siti situati all’interno del vasto complesso di Pasargarde. Quando arriviamo a Shiraz è già buio.

 

Iran-14

 

Iran-08

 

7° Giorno: Giornata dedicata alla visita di Persepoli. Per importanza, vastità e qualità dei reperti e dei bassorilievi, il sito da solo vale quasi il viaggio in Iran. Si visitano la porta delle Nazioni, il Palazzo e la Scalinata dell’Apadana, il Palazzo delle 100 colonne, le tombe di Artaserse II e Artaserse III. Finita la visita andiamo a Naqsh e Rostam dove vi sono le tombe di Serse I,  Dario I, Artaserse I e Dario II. Sono semplicemente spettacolari. Nel pomeriggio rientriamo a Shiraz e sfruttiamo il bus per andare a visitare il Mausoleo del poeta Hafez e la moschea Masjed-e Nasir-al-Molk, caratteristica per le vetrate policrome.

8° Giorno: L’ultimo giorno lo abbiamo dedicato alla visita della città di Shiraz: la moschea e l’hammam Vakil e i bazar. Andiamo anche al Mausoleo del Re della Luce. Che è contemporaneamente pacchianissimo e bellissimo. Ci separano (uomini/donne) e ci accolgono con un piccolo comitato di benvenuto; a seguire tè e pasticcini, offerti dalla direzione. Successivamente passiamo per la Madrasa del Khan – defilata e pacifica scuola teologica. Bel giardino di agrumi.

9 ° Giorno: L’ultimo giorno lo abbiamo dedicato al rientro in Italia.

 

Iran-04

Condividi!

2 thoughts on “Il nostro itinerario di 10 giorni in Iran

  1. Michela

    Non conosco l'Iran, quindi mi ha fatto molto piacere leggere questo tuo resoconto.
    Mi affascina molto, e quelle foto sono stupende…magari un giorno avrò l'occasione anche io di visitarlo!!

    Reply

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono evidenziati con ll segno *