Un giorno a Lubiana

Lubiana – La mia immaginazione 

Lo confesso: pensavo che Lubiana fosse un postaccio. Avevo in mente una città troppo piccola per essere interessante e mi dicevo: “Mah, non sono neanche 300.000 abitanti”, “Eh, sarà una roba austro-ungarica rimasticata, post socialista e depressa”, “Boh, farà un freddo boia e mangeranno salsicce a colazione”. E come al solito mi sbagliavo su tutto (cioè quasi su tutto, salsicce a parte), un giorno a Lubiana merita decisamente!

Lubiana – La (piacevole) verità

Lubiana è davvero bellina! E’ centrale rispetto alla Slovenia, proprio nel mezzo, attraversata da un fiume tranquillo e “pettinato”, la Ljubljanica, Lubiana è una città ricchissima di storia ma per nulla snob, piacevolmente infestata di negozietti indie e zeppa di giovani e giovanissimi universitari e coppie e turisti. Un mix affascinante di cultura tedesca, slava e latina, con un’attenzione spasmodica al verde, all’ecologia, all’uso intelligente dei fondi europei e alla funzionalità dei mezzi di trasporto. Niente palazzoni di regime o muraglie socialiste, nel cuore storico dominano il barocco e un misurato Art Nouveau. In pratica Lubiana è un pezzo di Austria più simpatica ed eterogenea, che si anima all’ora dell’aperitivo sul lungo fiume. E poi il suo simbolo è un amoroso draghetto e il suo nome *potrebbe* significare ‘amore’. Come si fa a non adorarla?

Un-giorno-a-Lubiana2
Veduta dall’alto della città

Dunque cambiate i vostri piani vacanzieri, fermatevi, andateci, rimanete almeno ventiquattro ore a Lubiana: un giorno a Lubiana è un giorno speso bene! Anche perché gli sloveni sono gente seria. Amano le loro salsicce con senape e crauti (ma non gli dite che sono come quelle austriache o tedesche per carità!) e con i turisti ci danno dentro. Partite per organizzare una spedizione in città dal superbo ufficio del turismo cittadino e poi seguite i nostri consigli!

Un giorno a Lubiana: visita guidata della città

Il centro storico è abbastanza piccolo e proprio per questo merita partecipare a uno dei tour cittadini che sono organizzati tutti i giorni. Si riesce a vedere quasi tutti i luoghi simbolo della città e ragionando con le guide – la nostra era uno storico molto in gamba – si imparano senza fatica usi e costumi locali. Nel tour è compresa anche una sosta a metà mattina in un locale tipico, dove a sorpresa viene offerta. . . della salsiccia! Per noi è stato facile prenotare attraverso l’Ufficio del Turismo, dove abbiamo in realtà acquistato tutto tramite la Lubljana Card che magari non sarà proprio economica ma comprende il tour, il giro sul battello e l’accesso al Castello, più una serie di musei, bonus, ecc.

Un-giorno-a-Lubiana
La via principale del centro storico

Un giorno a Lubiana: un giro in battello

Cosa c’è di meglio di una rilassata piccola crociera sulla Ljubljanica? Magari dopo una lauta mangiata? Fatelo! L’atmosfera è serena, il fiume placido e senza onde, il beccheggio del battello vi coccolerà e i più scriteriati, invece che mirare le meraviglie architettoniche di Lubiana, potrebbero anche riposare, sonnecchiando al ritmo dell’entrobordo diesel. Scherzo, ovviamente (anche se qualche minuto mi sono appisolato, ma ero stanco e in piena digestione). Ci sono diversi operatori tra cui scegliere, con o senza guida. Noi abbiamo fatto un giro di un’oretta circa. Poi ovviamente ci siamo goduti il lungo fiume, con un frullato spettacolare in uno dei tantissimi locali che si affacciano sull’acqua.

Un-giorno-a-Lubiana
Il placido fiume sul placido battello

Un giorno a Lubiana: il Castello con la funiculare

Il Castello è un bel posto. Dalla sua torre si vede tutta la città e va da sé che gli sloveni lo tengono come un gioiello. Per salire si fa un po’ di fila e si prende una moderna funicolare che evita la salita ripida alla sommità della collina, una vetta su cui da quasi 900 anni poggia l’edificio. Dentro trovate ristoranti tipici, una mostra permanente, un museo di storia slovena e altre amenità. Non perdetevi però la vista e una salita sulla torre per una selfie panoramica!

Un giorno a Lubiana: Salsicce! Pardon, un ristorante tipico

Dopo tutto questo gran girare, la sera abbiamo decisivo di prendere una posizione drastica rispetto alla cena. Mai paghi di grassi saturi ci siamo avventurati verso uno dei più noti ristoranti tipici della città, il così detto Hiša pod Gradom (per chi cerca info non in sloveno. . . qui). Che dire? Abbiamo mangiato benissimo, in un clima accogliente e spontaneo: i camerieri hanno chiesto con amore se tutto fosse di nostro gradimento, ci hanno portato cibo a volontà – la salsiccia era ovviamente la regina della tavola – e alla fine ci hanno anche offerto il dolce. Un tripudio. Per smaltire avremmo dovuto fare una regata sul fiume ma ci siamo accontentati di una romantica (lunga) passeggiata nel centro di Lubiana, molto animato.

Un-giorno-a-Lubiana
C’è forse bisogno di aggiungere qualcosa?

 

5 thoughts on “Un giorno a Lubiana

  1. Federica

    Ciao Gaia 😊 Sono molto incuriosita dalla Slovenia e spero di poterla visitare presto! Lubiana dal tuo racconto sembra essere un vero gioiello da non perdere!

    Reply
  2. The Lazy Trotter

    Anche io sono stata a Lubiana recentemente e mi ha veramente colpita! L’ho trovata piena di vita, giovane e con tutte quelle casette e quegli scorci che mi fanno impazzire. Non ci vivrei mai (troppo fredda) ma sicuramente ci ritornerei con piacere! 🙂

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *